Categoria: Griglia Home

Partita del cuore in favore dell’Anffas

Partita del cuore in favore dell’Anffas

Si è svolto a Ostia un triangolare di calcio per raccogliere fondi in favore dell’Anffas. Il servizio di Alberto Tabbì

 

La Nazionale Poeti ha affrontato quella dei giornalisti Rai, dei Sosia e degli Artisti. Durante il triangolare sono stati raccolti fondi per sostenere l’Anffas.

Partita del cuore in favore dell’Anffas

La Nazionale Italiana Poeti ha organizzato  un triangolare di calcio per raccogliere fondi a favore dell’Anffas Ostia. L’evento si è svolto presso il campo della Pescatori Ostia.

A scendere in campo la Nazionale Poeti che ha affrontato quella dei giornalisti Rai, dei Sosia e degli Artisti.

«Finalmente in campo sopratutto perché l’iniziativa è di quelle che meritano – ha dichiarato Marco Filabozzi della Nazionale Italiana Poeti – queste iniziative fanno bene al cuore.»

«Ringraziamo di cuore tutte le compagini in campo – ha aggiunto Stefano Galloni direttore generale di Anffas Ostia – il momento è particolare per tutti ma ancora una volta questo territorio da un esempio a tutta Roma

Nel servizio di Alberto Tabbì le interviste ai giocatori e alla madrina dell’evento Flora Contrafatto.

 

https://canaledieci.it/news/x-municipio/anffas-partita-del-cuore-ostia/

DOMENICA 11 OTTOBRE LA PARTITA DEL CUORE IN FAVORE DI ANFFAS OSTIA

 
Anffas: “Vogliamo ringraziare di cuore le tre compagini per questo gesto nobile e sincero”
di Dario Nottola     Il prossimo 11 ottobre la Nazionale Italiana Poeti, la Nazionale Italiana dei Sosia e quella dei Giornalisti Rai scenderanno in campo per un triangolare di calcio a favore dell’Anffas Ostia, l’associazione famiglie e persone con disabilità intellettiva e del neurosviluppo. L’incontro è in programma alle 15.30 al campo del Pescatori Ostia.
 
Vogliamo ringraziare di cuore le tre compagini – sottolinea Anffas Ostia – Un gesto nobile e sincero, che va al di là del semplice evento, ma al contrario testimonia un percorso fondamentale che si sta costruendo insieme a queste bellissime realtà per abbattere le barriere della diffidenza. Oggi più che mai c’è assoluto bisogno di iniziative che aggreghino e lancino messaggi positivi e di speranza. Inviamo a tutti i cittadini un appello: venite allo stadio il prossimo 11 Ottobre e insieme gettiamo le basi per un futuro più bello e sincero, insieme. I sorrisi dei nostri ragazzi sono contagiosi” ha concluso l’Anffas Ostia.

Vincenzo Spadafora ricorda Franco Lauro

Il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport scrive su Facebook

 

Vincenzo Spadafora
Vincenzo Spadafora
 
Sulla morte del nostro collega, Franco Lauro, ha scritto su Facebook anche il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora.

“Sono profondamente dispiaciuto per l’improvvisa scomparsa di Franco Lauro. 58 anni, molti dei quali passati in Rai. Giornalista sportivo tra i più preparati, mi ha molto colpito la sua attenzione allo sport di base. Perchè come lui stesso ha affermato solo una settimana fa: ‘Il calcio è il romanzo popolare più amato dagli italiani. Tutelare la base del calcio e’ importante, significa tutelare tutto. Non si può pensare solo al vertice e alla Serie A. Se noi facciamo morire il calcio dilettantistico, la Serie C, il calcio femminile, noi facciamo un danno a tutto il movimento'”. 

 

Addio al nostro collega Franco Lauro

Trovato privo di vita nella sua abitazione, vittima di un improvviso malore
 
Franco Lauro
Franco Lauro

Lutto nel giornalismo italiano, in particolare in quello sportivo: e’ morto Franco Lauro, uno dei nostri volti più noti.

Il giornalista romano, che avrebbe compiuto 59 anni il prossimo ottobre, e’ stato trovato privo di vita nella sua abitazione. Appassionato di calcio e basket, esperto di calciomercato, Lauro e’ stato protagonista di numerose telecronache e negli ultimi anni era alla conduzione e all’approfondimento del notiziario sportivo Rai.       

Dopo aver lavorato per quotidiani romani e collaborato con radio private della Capitale dove si e’ occupato in prevalenza di notizie di calciomercato, Lauro ha fatto il suo esordio in tv nel 1981 in un’emittente locale. Nel 1982-83 ha raccontato il campionato delle squadre di calcio capitoline nelle telecronache sull’emittente romana Tele Regione nella popolare trasmissione ‘Roma e Lazio dal 1 minuto’.

Nel 1984 l’assunzione in Rai dove e’ diventato uno dei volti e delle voci piu’ note e amate, commentando 8 Olimpiadi estive e una invernale (Torino 2006), 6 edizioni dei Mondiali di calcio, e altrettante degli Europei, 12 Europei di basket, 3 Mondiali di basket, i Goodwill Games del 1990 a Seattle, varie edizioni dei Giochi del Mediterraneo e Universiadi.     

La scomparsa di Franco Lauro ha colpito profondamente il mondo del giornalismo, ma anche quello dello sport. “Giornalista sportivo tra i piu’ preparati, mi ha molto colpito la sua attenzione allo Sport di base – ha ricordato sulla sua pagina Facebook il ministro delle Politiche giovanili e dello Sport Vincenzo Spadafora – perche’ come lui stesso ha affermato solo una settimana fa, il calcio e’ il romanzo popolare piu’ amato dagli italiani. Tutelare la base del calcio e’ importante, significa tutelare tutto. Non si puo’ pensare solo al vertice e alla Serie A. Se noi facciamo morire il calcio dilettantistico, la Serie C, il calcio femminile, noi facciamo un danno a tutto il movimento”.     

E sui social la conferma delle parole del ministro: tantissimi i club di calcio, di tutte le categorie a rendergli omaggio. Tra i tanti a salutare per l’ultima volta Lauro anche Massimo Caputi, con cui mosse i primi passi nelle radio romane: “Era un volto amico ed educato che entrava nelle nostre case. A lui mi legano tanti ricordi, uno su tutti: l’inizio insieme in radio nel 1985”, scrive.

https://www.raisport.rai.it/articoli/2020/04/franco-lauro-morto-rai-sport-a4219c56-156e-4e95-8d65-33a682cbb5e3.html

FAIR PLAYFair Play Cup: al torneo di calcio, vittoria dei vigili del fuoco

I Vigili del fuoco hanno vinto la prima edizione della Fair Play Cup di calcio a 11 disputata sul campo del Centro Sportivo La Borghesiana, a Roma. Al torneo hanno preso parte oltre ai vincitori, la Nazionale della sicurezza, quella dei Parlamentari e una selezione dei giornalisti Rai.

Nelle prime due partite, la selezione romana della rappresentativa nazionale di calcio dei VVF ha battuto i giornalisti Rai 2-0 e la Sicurezza ha avuto ragione sui Parlamentari con lo stesso punteggio. In finale la squadra dei Vigili del fuoco ha superato la Nazionale della sicurezza con il punteggio di 1-0, aggiudicandosi il torneo, che è stato fortemente voluto dal Comitato Nazionale Italiano Fair Play e dall’Osservatorio Nazionale Amianto, presieduti rispettivamente da Ruggero Alcanterini e l’avv. Ezio Bonanni per sensibilizzare sui temi della sicurezza.

“I vigili del fuoco, che operano nel settore della sicurezza a 360°, mediante la prevenzione, la vigilanza ed il soccorso tecnico urgente, sono onorati di aver contribuito anche in campo sportivo a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro. Dopo la partecipazione a Monza il 28 aprile di questo anno, quando a scendere in campo furono i vigili del fuoco della Lombardia, questa volta è toccato alla selezione romana della nazionale di calcio Vvf”, dice il prof. Fabrizio Santangelo, Dirigente dell’Ufficio per le Attività Sportive.

E mentre si spengono i riflettori su questo grande evento di natura etica promosso dal Comitato Nazionale Italiano Fair Play, si accendono le luci sul Fair Play Day del 25 ottobre. Dalle 9,30 di venerdì prossimo, nel Salone d’Onore nella sede del Coni, con il Green Ona Day si rinnoverà il Fair Play Day, iniziativa fortemente voluta dal CNIFP e dall’ONA.

La rosa dei personaggi premiati è davvero pregevole. “Tra i tanti nomi, sarà premiato Vincenzo Vittorioso, Presidente della Sezione Salvamento della Federazione Italiana Nuoto, che conta 100mila operatori, veri angeli custodi degli italiani nei momenti di svago, di vacanza e di tempo libero. Sempre in quella circostanza, sarà premiato anche Valerio Catoia, atleta paralimpico protagonista di uno straordinario episodio si altruismo quando ha salvato la bimba che rischiava di annegare.

Il 26 ottobre la Fair Play Week si concluderà nello stadio di Napoli Scampia, con la partita di calcio tra la rappresentativa del Comune di Napoli e la della sicurezza.

https://lecodellitorale.it/2019/10/19/fair-play-cup-al-torneo-calcio-vittoria-dei-vigili-del-fuoco/

Fair Play Cup Day Week: un calcio contro le morti bianche

Roma – Un torneo per fermare la strage silenziosa delle “morti bianche”. La Fair Play Cup parte da Roma sabato 19 ottobre e mette in campo una quadrangolare con l’obiettivo di intonare insieme l’inno alla correttezza, alla dignità e all’onore. Dalle ore 16 l’appuntamento è al Centro Sportivo “La Borghesiana” in via della Capanna Murata 120, dove la discesa in campo dei parlamentari, dei giornalisti RAI, dei vigili del fuoco e degli esperti della sicurezza sul lavoro, con le loro nazionali, sarà il preambolo per il 25 ottobre quando, al Salone d’Onore nella sede del Coni, con il Green Ona Day si rinnoverà il Fair Play Day, iniziativa fortemente voluta dal Comitato Nazionale Italiano Fair Play presieduta da Ruggero Alcanterini.

https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/2019/10/16-62319379/fair_play_cup_day_week_un_calcio_contro_le_morti_bianche/

Giornalisti Rai in campo per la sicurezza sul lavoro

Sabato pomeriggio alla Borghesiana quadrangolare con Nazionale Parlamentari, Vigili del Fuoco e Safetyplayers, la squadra degli esperti di sicurezza sul lavoro. Venerdì 25 Fair Play Day al Salone d’Onore del Coni. Conclusione a Scampia sabato 26 con la HSE Safety Cup 

 

Un torneo di calcio per richiamare l’attenzione sulla strage silenziosa delle “morti bianche”. La Fair Play Cup parte da Roma sabato 19 ottobre e mette in campo un quadrangolare con la squadra dei Giornalisti RAI, la Nazionale Parlamentari, i Vigili del Fuoco e la formazione degli Esperti della Sicurezza sul Lavoro. Dalle 16 l’appuntamento è al Centro Sportivo “La Borghesiana”. Si tratta della prima edizione della Fair Play Cup, promossa dai Safetyplayers, squadra nazionale creata da Mondini e Giancarlo Restivo. “Con la Nazionale daremo tutto noi stessi per diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro, anche partendo dalle giovani generazioni. Dobbiamo essere la squadra di tutti, di un bene condiviso, di popolo. Vi aspettiamo!”, dice Matteo Mondini, presidente della Safetyplayers 36 anni, rimasto folgorato mentre stava lavorando (perché mancava il salvavita). L’ingresso è libero ma l’incasso (donazione a piacere) finanzierà il progetto di sensibilizzazione nelle scuole italiane, denominato “School Safety Tour, a scuola con la Nazionale Italiana Sicurezza sul Lavoro”. E di sicurezza si parlerà e si canterà con i Punto.exe, vincitori con il brano (In)sicurezza del contest “Sicurezza stradale in musica”. Il 25 ottobre, con il Green Ona Day si rinnoverà il Fair Play Day. Promosso dal Comitato Nazionale Italiano Fair Play e dall’Osservatorio Nazionale Amianto, di concerto con la P.L. di Reggio Calabria, l’evento prenderà il via alle ore 9.30 di venerdì 25, nel Salone d’Onore del Palazzo sede del CONI, al Foro Italico. “Vi converranno i rappresentanti delle istituzioni, dell’arte, della cultura, della comunicazione, dell’imprenditoria, dell’associazionismo e dello sport. La circostanza sarà giusta per fare il punto sulla visione che della lealtà e correttezza dei comportamenti, del rispetto delle”, anticipa Ruggero Alcanterini, Presidente Comitato Nazionale Italiano Fair Play.   La Fair Play Week si concluderà con la HSE Safety Cup allo Stadio Landieri di Napoli Scampia sabato 26 ottobre. Realizzato con materiali in parte recuperati dalla “Terra dei Fuochi” e intitolato alle vittime della camorra, l’impianto assumerà un formidabile significato simbolico, per promuovere i valori dello sport e della società civile, il rispetto delle regole e lo stile di vita corretto.   La Fair Play Week come il Fair Play Day e la Fair Play Cup godono del patrocinio del Ministero del Lavoro, del CONI, dell’Associazione Italiana Calciatori, del Comitato Nazionale Italiano Fairplay (che dà il nome all’evento e ai trofei) e dell’Osservatorio Nazionale Amianto. Le coppe saranno donate dalla Fondazione Renata Quattropani, Onlus che sostiene la Ricerca Umana per i pazienti oncoematologici cronici attraverso un innovativo servizio ai medici. – See more at:

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/sicurezza-lavoro-giornalisti-Rai-Borghesiana-parlamentari-d6d36a5e-2d1e-4729-ae9e-dd5ce781b70b.html