Categoria: Griglia Home

AI GIORNALISTI DELLA RAI LA PRIMA FESTA DEL CALCIO

CARPINETO ROMANO – La prima «Festa del Calcio Mario Mariozzi»
(prestigiosa ala destra degli anni 50/60, poi tecnico e Ds di diverse
squadre laziali) a Carpineto Romano è andata alla Nazionale dei
Giornalisti Rai. La compagine dell’azienda di Stato – ben guidata da
Americo Mancini, capo della Redazione Economia al Gr1 Rai – si è
imposta per 2-1 contro le Vecchie Glorie Semprevisa, ribaltando il
risultato nei minuti finali del match giocato allo stadio Galeotti. Una
gara caratterizzata in gran parte dalla pioggia nel bellissimo
impianto di Carpineto Romano e ben giocata da entrambe le
squadre. Vantaggio dei padroni di
casa, poi la reazione d’orgoglio nel finale della
Nazionale dei Giornalisti Rai, oggi in completo
bianco, che è riuscita in pochi minuti a segnare
per due volte conquistando così – dopo le sconfitte
rimediate a Jenne (Roma) alla Mariozzi Cup e a
Taormina, in Sicilia – il primo trofeo di questa
nuova manifestazione. Un appuntamento calcistico
alla memoria di Mario Mariozzi (ex tecnico anche
della Semprevisa), ma valido anche come
Memorial per ricordare Vincenzo Massicci,
Ottorino Jannucci, Bruno Cappuccio, Giuseppe
Stella e Massimo Carella. Un evento che, come ha
ribadito il sindaco Stefano Cacciotti (il figlio di
Massimo, ex centrocampista dei biancoverdi di
Mariozzi), si conta di ripetere ogni anno allo
stadio Galeotti. A consegnare i premi è stato lo
stesso sindaco Cacciotti alla presenza, tra gli altri,
degli assessore allo Sport Graziano Astri (anche
lui in campo) e alla Cultura Emanuela Massicci,
nonché della consigliera delegata alle Politiche
giovanili Giovanna Cacciotti. Il premio speciale è
andato all’ex bomber dei biancoverdi, Giuseppe
Pascucci (foto con il sindaco). Alla gara ha
assistito anche il presidente della Semprevisa,
Stefano Santucci. Al club locale è stata donata una
copia del libro «Il Pallone nel Cuore» (dedicato a
Mario Mariozzi), che entra così negli archivi della
società di Carpineto Romano.

LA PRIMA -FESTA DEL CALCIO MARIO MARIOZZI- A CARPINETO ROMANO

AL GALEOTTI TRIONFA LA NAZIONALE GIORNALISTI RAI

La compagine dell’azienda di Stato si è imposta per 2-1 dopo essere andata in svantaggio. La premiazione con il sindaco Stefano Cacciotti. La manifestazione sarà ripetuta ogni anno.

 

Redazione- La prima «Festa del Calcio Mario Mariozzi» (prestigiosa ala destra degli anni 50/60, poi tecnico e Ds di diverse squadre laziali) a Carpineto Romano è andata alla Nazionale dei Giornalisti Rai. La compagine dell’azienda di Stato – ben guidata da Americo Mancini, capo della Redazione Economia al Gr1 Rai – si è imposta per 2-1 contro le Vecchie Glorie Semprevisa, ribaltando il risultato nei minuti finali del match giocato allo stadio Galeotti. Una gara caratterizzata in gran parte dalla pioggia nel bellissimo impianto di Carpineto Romano e ben giocata da entrambe le squadre. Vantaggio dei padroni di casa, poi la reazione d’orgoglio nel finale della Nazionale dei Giornalisti Rai, oggi in completo bianco, che è riuscita in pochi minuti a segnare per due volte conquistando così – dopo le sconfitte rimediate a Jenne (Roma) alla Mariozzi Cup e a Taormina, in Sicilia – il primo trofeo di questa nuova manifestazione. Un appuntamento calcistico alla memoria di Mario Mariozzi (ex tecnico anche della Semprevisa), ma valido anche come Memorial per ricordare Vincenzo Massicci, Ottorino Jannucci, Bruno Cappuccio, Giuseppe Stella e Massimo Carella. Un evento che, come ha ribadito il sindaco Stefano Cacciotti (il figlio di Massimo, ex centrocampista dei biancoverdi di Mariozzi), si conta di ripetere ogni anno allo stadio Galeotti. A consegnare i premi è stato lo stesso sindaco Cacciotti alla presenza, tra gli altri, degli assessore allo Sport Graziano Astri (anche lui in campo) e alla Cultura Emanuela Massicci, nonché della consigliera delegata alle Politiche giovanili Giovanna Cacciotti. Il premio speciale è andato all’ex bomber dei biancoverdi, Giuseppe Pascucci. Alla gara ha assistito anche il presidente della Semprevisa, Stefano Santucci. Al club locale è stata donata una copia del libro «Il Pallone nel Cuore» (dedicato a Mario Mariozzi), che entra così negli archivi della società di Carpineto Romano.

«MARIOZZI CUP», BATTUTA LA NAZIONALE GIORNALISTI RAI

A Jenne si è svolto il Memorial in omaggio alla grande ala destra, tecnico e ds di diverse squadre laziali

«MARIOZZI CUP», BATTUTA LA NAZIONALE GIORNALISTI RAI

Successo per 3-0 degli Amatori Calcio Valle dell’Aniene. La manifestazione sul rettangolo in erba naturale del paese nel cuore del Parco dei Simbruini. In campo anche l’ex bomber Peppe Pascucci.

******

Bella gara tra la Nazionale dei Giornalisti Rai e la formazione Amatori Calcio Valle Aniene per la terza edizione della «Mario Mariozzi Cup», memorial dedicato alla prestigiosa ala destra, poi tecnico e direttore sportivo di diverse squadre laziali. L’incontro, diretto da Marco Neglia (assistenti Vincenzo Ruocco e Nicholas Stampatore) e svoltosi nel rispetto delle norme anti-Covid in una giornata quasi primaverile, è stato ben giocato dalle due squadre, specie nel primo tempo, oggi pomeriggio al Comunale in erba naturale di Jenne (paese al confine tra le province di Roma e Frosinone) che già lo scorso anno ospitò la Mario Mariozzi Cup. La Nazionale dei Giornalisti Rai – per la prima volta nell’alta Valle Aniene e nella provincia di Frosinone – è arrivata sui Simbruini per ricordare Mario Mariozzi, calciatore di grande talento, tecnico e direttore sportivo tra i più apprezzati nel calcio laziale. La compagine della Televisione di Stato, diretta da Americo Mancini (capo della Redazione economica del Gr1), è scesa in campo senza alcuni elementi di spicco e alla fine ha ceduto alla formazione della Valle dell’Aniene, guidata da Alessio Cecili (che ha schierato anche Peppe Pascucci, ex bomber della Subiaco e della Semprevisa di Mario Mariozzi), che si è aggiudicata così il prestigioso trofeo aggiungendosi al Fiuggi e alla compagine Nia Roma nell’albo d’oro della manifestazione. Presente anche il sindaco del comune montano, Giorgio Pacchiarotti. Al portiere Mario Patrizi è andato il premio speciale della manifestazione attribuito anche nel ricordo dell’ex assessore regionale Lamberto Mancini. La Nazionale Giornalisti Rai, dopo l’impegno di oggi alla Mariozzi Cup, si prepara ora per un torneo a Taormina in programma a fine ottobre.

Partita del cuore in favore dell’Anffas

Partita del cuore in favore dell’Anffas

Si è svolto a Ostia un triangolare di calcio per raccogliere fondi in favore dell’Anffas. Il servizio di Alberto Tabbì

 

La Nazionale Poeti ha affrontato quella dei giornalisti Rai, dei Sosia e degli Artisti. Durante il triangolare sono stati raccolti fondi per sostenere l’Anffas.

Partita del cuore in favore dell’Anffas

La Nazionale Italiana Poeti ha organizzato  un triangolare di calcio per raccogliere fondi a favore dell’Anffas Ostia. L’evento si è svolto presso il campo della Pescatori Ostia.

A scendere in campo la Nazionale Poeti che ha affrontato quella dei giornalisti Rai, dei Sosia e degli Artisti.

«Finalmente in campo sopratutto perché l’iniziativa è di quelle che meritano – ha dichiarato Marco Filabozzi della Nazionale Italiana Poeti – queste iniziative fanno bene al cuore.»

«Ringraziamo di cuore tutte le compagini in campo – ha aggiunto Stefano Galloni direttore generale di Anffas Ostia – il momento è particolare per tutti ma ancora una volta questo territorio da un esempio a tutta Roma

Nel servizio di Alberto Tabbì le interviste ai giocatori e alla madrina dell’evento Flora Contrafatto.

 

https://canaledieci.it/news/x-municipio/anffas-partita-del-cuore-ostia/

DOMENICA 11 OTTOBRE LA PARTITA DEL CUORE IN FAVORE DI ANFFAS OSTIA

 
Anffas: “Vogliamo ringraziare di cuore le tre compagini per questo gesto nobile e sincero”
di Dario Nottola     Il prossimo 11 ottobre la Nazionale Italiana Poeti, la Nazionale Italiana dei Sosia e quella dei Giornalisti Rai scenderanno in campo per un triangolare di calcio a favore dell’Anffas Ostia, l’associazione famiglie e persone con disabilità intellettiva e del neurosviluppo. L’incontro è in programma alle 15.30 al campo del Pescatori Ostia.
 
Vogliamo ringraziare di cuore le tre compagini – sottolinea Anffas Ostia – Un gesto nobile e sincero, che va al di là del semplice evento, ma al contrario testimonia un percorso fondamentale che si sta costruendo insieme a queste bellissime realtà per abbattere le barriere della diffidenza. Oggi più che mai c’è assoluto bisogno di iniziative che aggreghino e lancino messaggi positivi e di speranza. Inviamo a tutti i cittadini un appello: venite allo stadio il prossimo 11 Ottobre e insieme gettiamo le basi per un futuro più bello e sincero, insieme. I sorrisi dei nostri ragazzi sono contagiosi” ha concluso l’Anffas Ostia.

Vincenzo Spadafora ricorda Franco Lauro

Il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport scrive su Facebook

 

Vincenzo Spadafora
Vincenzo Spadafora
 
Sulla morte del nostro collega, Franco Lauro, ha scritto su Facebook anche il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora.

“Sono profondamente dispiaciuto per l’improvvisa scomparsa di Franco Lauro. 58 anni, molti dei quali passati in Rai. Giornalista sportivo tra i più preparati, mi ha molto colpito la sua attenzione allo sport di base. Perchè come lui stesso ha affermato solo una settimana fa: ‘Il calcio è il romanzo popolare più amato dagli italiani. Tutelare la base del calcio e’ importante, significa tutelare tutto. Non si può pensare solo al vertice e alla Serie A. Se noi facciamo morire il calcio dilettantistico, la Serie C, il calcio femminile, noi facciamo un danno a tutto il movimento'”. 

 

Addio al nostro collega Franco Lauro

Trovato privo di vita nella sua abitazione, vittima di un improvviso malore
 
Franco Lauro
Franco Lauro

Lutto nel giornalismo italiano, in particolare in quello sportivo: e’ morto Franco Lauro, uno dei nostri volti più noti.

Il giornalista romano, che avrebbe compiuto 59 anni il prossimo ottobre, e’ stato trovato privo di vita nella sua abitazione. Appassionato di calcio e basket, esperto di calciomercato, Lauro e’ stato protagonista di numerose telecronache e negli ultimi anni era alla conduzione e all’approfondimento del notiziario sportivo Rai.       

Dopo aver lavorato per quotidiani romani e collaborato con radio private della Capitale dove si e’ occupato in prevalenza di notizie di calciomercato, Lauro ha fatto il suo esordio in tv nel 1981 in un’emittente locale. Nel 1982-83 ha raccontato il campionato delle squadre di calcio capitoline nelle telecronache sull’emittente romana Tele Regione nella popolare trasmissione ‘Roma e Lazio dal 1 minuto’.

Nel 1984 l’assunzione in Rai dove e’ diventato uno dei volti e delle voci piu’ note e amate, commentando 8 Olimpiadi estive e una invernale (Torino 2006), 6 edizioni dei Mondiali di calcio, e altrettante degli Europei, 12 Europei di basket, 3 Mondiali di basket, i Goodwill Games del 1990 a Seattle, varie edizioni dei Giochi del Mediterraneo e Universiadi.     

La scomparsa di Franco Lauro ha colpito profondamente il mondo del giornalismo, ma anche quello dello sport. “Giornalista sportivo tra i piu’ preparati, mi ha molto colpito la sua attenzione allo Sport di base – ha ricordato sulla sua pagina Facebook il ministro delle Politiche giovanili e dello Sport Vincenzo Spadafora – perche’ come lui stesso ha affermato solo una settimana fa, il calcio e’ il romanzo popolare piu’ amato dagli italiani. Tutelare la base del calcio e’ importante, significa tutelare tutto. Non si puo’ pensare solo al vertice e alla Serie A. Se noi facciamo morire il calcio dilettantistico, la Serie C, il calcio femminile, noi facciamo un danno a tutto il movimento”.     

E sui social la conferma delle parole del ministro: tantissimi i club di calcio, di tutte le categorie a rendergli omaggio. Tra i tanti a salutare per l’ultima volta Lauro anche Massimo Caputi, con cui mosse i primi passi nelle radio romane: “Era un volto amico ed educato che entrava nelle nostre case. A lui mi legano tanti ricordi, uno su tutti: l’inizio insieme in radio nel 1985”, scrive.

https://www.raisport.rai.it/articoli/2020/04/franco-lauro-morto-rai-sport-a4219c56-156e-4e95-8d65-33a682cbb5e3.html